In News

Dati e insight in tempo reale, metriche connesse e imparare dai competitor: così Barilla ha trovato il successo online sul mercato cinese

È il più grande produttore di pasta nel mondo, uno dei top brand italiani, con una potente presenza nei negozi in tutto il mondo, ma quando Barilla nel 2016 ha tentato il grande salto nell’eCommerce in Cina, il panorama è apparso completamente differente e il modello tradizionale inattuale per replicare i livelli necessari di visibilità complessiva e disponibilità del prodotto. Poi, nel 2018, la direzione commerciale in Cina, guidata da Vincent Cheng, ha avviato una partnership con Edge by Ascential, la struttura di dati e insight che fa capo alla stessa holding di Cannes Lions.

OBIETTIVO.

Trovare insight di valore, lavorare con dati affidabili e in tempo reale per aumentare la visibilità del brand, tracciare le misurazioni e avere informazioni azionabili per costruire un modello di eCommerce adatto al grande mercato cinese. “Il focus di Edge è stato trasformare i dati in insight aiutandoci a trovare cosa non fun zionasse e a migliorarci”, ha detto Vincent Cheng, direttore commerciale di Barilla in Cina, portando il case study di Barilla all’eCommerce Accelerator Summit di Shanghai, nel settembre scorso.

SOLUZIONE.

Dopo aver incontrato diversi service provider, Barilla ha optato per le soluzioni di eCommerce Intelligence di Edge by Ascential. Gli strumenti Digital Shelf sono connessi tra loro così come le metriche e i dati sono in tempo reale, mentre in precedenza era necessario attendere anche 1 mese per averli, in modo da poter identificare rapidamente i problemi e reagire immediatamente.

Una delle prime sfide affrontate ha riguardato l’ottimizzaione della disponibilità dei prodotti, dato che troppo spesso i consumatori cliccavano sui link dei rivenditori solo per scoprire che i prodotti mostrati non esistevano più, con un ulteriore danno alla reputazione del brand.

Grazie alla metrica specifica per la disponibilità, l’azienda sa cosa sta accadendo online ed è in grado di intervenire sul rivenditore o sul proprio flagship store di modo che il 99% dei click vada a buon fine e che i consumatori abbiano la migliore esperienza d’acquisto.

RISULTATO.

“Abbiamo la nostra strategia, ovviamente, ma allo stesso tempo abbiamo bisogno di sapere cosa fanno i nostri competitor per imparare anche da loro e per farlo sono necessari dati completi e affidabili, insight e analytics a supporto”, ha spiegato Cheng sottolineando come in 1 anno le operazioni eCommerce di Barilla in Cina siano diventate molto ben strutturate. La disponibilità
dei prodotti online è passata da un livello decisamente basso (tra il 60% e il 70%) a uno decisamente più alto (tra il 90% e il 92%). Nello stesso periodo, le vendite online sono aumentate del +50% e oggi l’eCommerce rappresenta un contributo importante al business di Barilla in

Cina “e continua a crescere”, aggiunge Cheng.

FONTE: https://www.brand-news.it