E’ oramai statisticamente provato: 1 su 3 preferisce l’acquisto online!

Quasi la metà dei Millennials su internet spende fino al 40% in più per articoli fashion personalizzati e 1 su 3 dichiara di spendere fino a 500 euro l’anno pro capite, per un giro d’affari complessivo di circa 1,5 miliardi di euro. Questo uno dei dati emersi per l’Italia dal Lanieri Fashion Tech Insights 2017.

Lo scenario tracciato dalla ricerca fa emergere differenze molto marcate sulle diverse fasce d’età: il 24% dei Millennials, ad esempio, è disposto ad aspettare di più per avere il proprio capo su misura ordinato online, preferenza indicata invece solo dal 3% del cluster più anziano.

L’unicità del prodotto è la leva principale che spingerebbe 1 italiano su 3 a comprare capi su misura o personalizzati online, seguita dalla soddisfazione di creare il proprio capo in ogni dettaglio (29%) e dal desiderio di esprimere la propria personalità (25%): ancora una volta il trend si esprime in maniera più forte tra i Millennials, tra i quali le percentuali salgono rispettivamente al 54%, 45% e 31%, offrendo una chiara direzione al trend ascendente del su misura online per i prossimi anni.

Il ruolo del negozio fisico resta comunque importante. Il 33% dei Millennials e il 25% degli intervistati nella fascia 35-54 anni comprerebbe infatti più volentieri online un capo personalizzato se potesse vederlo prima dal vivo in uno store o showroom.

Rispetto al tema della privacy nel processo di acquisto online di articoli di moda, il 55% del campione si dice preoccupato della quantità di informazioni sugli utenti usate dalle aziende a scopi di marketing. Ciò nonostante, esiste un 42% che dichiara di non avere problemi rispetto all’utilizzo delle proprie informazioni personali per l’offerta di capi personalizzati sui propri gusti e un interessante 34% favorevole all’utilizzo di un chatbot e un assistente virtuale (AI) che guidi l’utente nel processo di acquisto a qualsiasi ora del giorno o della notte, sulla base di dati personali.

Fonti: www.mark-up.it.

Seguici su Facebook

Lascia un commento