INFLUENCER MARKETING IN ITALIA

Quali sono le regole dell’Influencer Marketing in Italia? Semplice: ancora non esistono. Alcuni fanno addirittura dell’ironia sulla figura degli Influencer, visti come una categoria che essenzialmente guadagna “qualche extra” pubblicizzando e commentando prodotti e trasmissioni, ma i reparti marketing delle grandi aziende comunque li utilizzano perchè a quanto pare sono efficaci, specie quando abbiano molto seguito.

Si è quindi resa necessaria una regolamentazione, almeno parziale e autoimposta. E a pensarci è stata Igersitalia, l’Associazione degli instagramer italiana. Non a caso, visto che Instagram è una delle piattaforme più gettonate per questo tipo di attività. Igersitalia ha raggruppato una serie di figure, influencer e professionalità per tracciare le linee guida che mantengano anche l’Influencer Marketing in Italia all’interno della correttezza e della legalità.

Influencer Marketing in Italia: sempre più utilizzato

Se si guarda al bilancio aziendale di imprese come quelle televisive, di intrattenimento, di prodotti di consumo, si scoprirà che una percentuale crescente di investimenti è dedicata alla ricerca e al coinvolgimento di figure come quelle di blogger e Instagrammer con molti follower.

Tuttavia, la natura per lo più informale delle attività sui social rende il confine tra contenuti privati e sponsorizzazioni molto difficile da individuare. Questo genera un problema etico, di correttezza: un Influencer in sostanza sta facendo del product placement in modo occulto? E quali sarebbero le implicazioni legali di un’attività retribuita ma non dichiarata? In Italia, un po’ lenta ad adattarsi alle novità, c’è essenzialmente un vuoto normativo.

Le regole, dice Igersitalia, serviranno a fare chiarezza e a riconoscere anche le nuove attività create dal web. Poche rispetto magari ai posti di lavoro che l’automatizione minaccia di sottrarre al mondo del lavoro, ma che ci sono. E gli Instagrammer italiani vogliono il loro riconoscimento.

Fonti: consulenzasocialmedia.it

Seguici su Facebook

Lascia un commento